Un omaggio alla Vergine Maria, presenza fortissima nella devozione popolare e nella musica dei compositori veneti dal Quattrocento all’Ottocento.

Un percorso tra preghiere, immagini e suoni legati al territorio del Veneto (con particolare attenzione a Verona) e della Serenissima Repubblica, la riscoperta di autori minori e di piccole gemme artistiche che vale la pena di proporre al pubblico.

Chiara Zocca, pianista, musicologa e critico musicale ha scritto i capitoli: I musicisti, Le preghiere a Maria, I brani, Gli apparati.

Matteo Zenatti, tenore, direttore, ricercatore e musicologo ha scritto i capitoli: I fondi musicali e le biblioteche, Le trascrizioni, Un’antica prassi riscoperta: il canto fratto.


Balli popolari e di corte, giustiniane e canzoni da battello, frottole e madrigali celebrativi uniti ad una profonda fede religiosa ci raccontano la Venezia dei pescatori, dei mercanti, degli ebrei, delle cortigiane, delle imprese militari, degli artisti e della gente comune.

Un percorso lungo tre secoli di vita quotidiana arricchito e reso vivo da colori e suoni.

Chiara Zocca, pianista, musicologa, critico musicale ha scritto le parti musicali.

Claudio Bismara, chimico, storico e appassionato di musica ha redatto le parti storiche.